Cosa sono l’alcalinità e l’acido isocianurico?

4 Condivisioni

Avete mai sentito parlare di Alcalinità e Acido Isocianurico? Se non li avete mai sentiti nominare o non sapete bene di cosa si tratta questo articolo fa al caso vostro. È fondamentale conoscere e comprendere le nozioni base della chimica applicata al trattamento dell’acqua della vostra piscina.

Alcalinità:

è un parametro troppo spesso trascurato ma di grande importanza per un corretto mantenimento di tutta l’infrastruttura e dell’impianto idraulico.

A causa di questo parametro non correttamente mantenuto, non di rado si verificano fenomeni di incrostazioni su pareti, scale, fari, ecc. inoltre ancora più importanti sono gli effetti nefasti che un’acqua con elevata alcalinità ha sulla sabbia contenuta nei filtri causandone un’eccessiva agglomerazione con creazioni di “tappi” solidi che rendono inefficace la filtrazione, causando spesso rotture e/o perdite d’acqua dovute a sovrappressioni.

Ad inizio stagione è dunque consigliato un trattamento specifico di disincrostazione del filtro. In altri casi, con valori troppo bassi, possono crearsi danni da corrosione anche molto gravi. Tuttavia l’inconveniente verificabile più precocemente di quanto espresso sopra, dovuto ad un’alcalinità troppo alta o troppo bassa (tendenzialmente è troppo bassa) è l’INSTABILITÀ del pH con conseguente impossibilità di stabilizzarlo.

Per questa ragione, dopo il riempimento, ma anche regolarmente durante tutta la stagione (a causa delle aggiunte di acqua fresca e ai fenomeni atmosferici), l’alcalinità sarà il primo valore da controllare ed eventualmente correggerlo con “ARTEPOOL pH-Stabil. Il suo valore corretto si situa entro 80 e 125 ppm.

1_dopo_alcalinit

Acido Isocianurico:

L’acido isocianurico non è un veleno come potrebbe sembrare dal nome, si tratta unicamente di un conservante e stabilizzante.

A causa dell’impiego di prodotti clorati stabilizzati si può manifestare l’accumulo di acido isocianurico. Il cloro per sua caratteristica fisica è un elemento poco stabile, in effetti raggi UV, temperatura elevata, apporto di inquinamento dovuto a bagnanti o meteo, apporto di elevata ossigenazione dovuta a tuffi o attrazioni d’acqua riducono in modo graduale e veloce il suo tenore in acqua e quindi la sua efficacia. Per questa ragione alcuni prodotti sul mercato sono arricchiti in stabilizzanti: l’acido isocianurico, che appunto prolunga l’effetto del cloro in vasca. Tuttavia l’accumulo progressivo e costante di questo prodotto ha l’effetto indesiderato di inibire la funzione stessa del cloro. Può accadere che circa dopo 2 anni l’acido isocianurico si accumula negli strati più profondi della piscina e se supera i 50 grammi al metro cubo, rende inefficace qualsiasi trattamento.

Al controllo il cloro sarà presente, ma in piscina si svilupperanno alghe, l’acqua spesso cambierà colore ed il pH avrà tendenza a mantenersi ad un livello basso (acido). Più cloro si aggiunge, più il problema peggiora.

La soluzione più efficace a questo problema è il cambio totale dell’acqua, è consigliato infatti cambiare l’acqua della vostra piscina ogni 2 anni. Se i livelli di acido isocianurico sono troppo elevati ma lo avete scoperto a metà stagione, se non volete o non potete cambiare totalmente l’acqua e quindi interrompere per qualche giorno i vostri bagni in piscina, potete prelevare l’acqua dal pozzetto di fondo per almeno il 30 o 50% del volume. In questo modo l’acqua ancora presente si diluirà con quella nuova di riempimento, e anche se il problema non è stato risolto al 100%, sarà sicuramente migliorato.

Per questo motivo, per non arrivare ad avere problematiche gravi nel bel mezzo della stagione e rischiare di dover interrompere per qualche giorno l’utilizzo della piscina, vi consigliamo di controllare questi valori all’inizio della stagione, in modo da avere il tempo di sistemare ogni cosa prima che arrivi il gran caldo. Per chi non possiede un apparecchio adatto alla misurazione di questi valori, Artepool offre un servizio di analisi dell’acqua gratuito sia per l’alcalinità che per l’acido isocianurico.

Contattaci per una consulenza e trova la soluzione più adatta alle tue esigenze grazie alla professionalità dei nostri tecnici.

4 Condivisioni
   Richiedi preventivo
Richiedi un preventivo

Richiedi subito un preventivo gratuito per la tua piscina da sogno e scopri i nostri vantaggi!